Il “Tirabaci”

“Il Rosone…TiraBaci”

Il bracciale “alla schiava” è uno dei gioielli più ricorrenti e antichi nel panorama della Gioielleria, il suo utilizzo risale all’età del bronzo…un corpo rigido e avvolgente da sfoggiare sulle braccia.

Originariamente fu applicato all’avambraccio, come simbolo di sudditanza e imposto alle schiave (gli schiavi avevano i loro bracciali realizzati di metallo e fissati al polso e alle caviglie e muniti di un anello tramite il quale, in caso di punizione, venivano legati a una catena), il passaggio all’apposizione al polso fu per esigenze estetiche, avendo perso l’accezione di simbolo di schiavitù.

Gli antichi Egizi e i Babilonesi indossavano i bracciali anche alle caviglie, nella Roma antica i bracciali venivano indossati dai soldati al braccio sinistro come simbolo del valore militare, i patrizi romani, invece, sul braccio destro.

Nel Medioevo la moda impose abiti a maniche lunghe con polsi decorati e ricamati e l’uso del braccialetto scomparve quasi del tutto per riaffiorare in epoca rinascimentale, grazie a vestiti che lasciavano le braccia quasi completamente nude. E’ appunto intorno al 1600 che il braccialetto diventa un monile prezioso e raggiunge la sua massima espansione, arricchito da smalti, cammei e miniature raffinate.

I commenti sono chiusi.

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: