Il “Rosone” di Anagni…diventa “Chevalier”

Il “Rosone” di Anagni…diventa Chevalier”

E’ un gioiello che risale all’antica Mesopotamia e all’Antico Egitto (XXXVI secolo a.C.) quando ne venivano realizzati esemplari in Oro e in Faiance (è il nome con cui spesso s’identifica la maiolica) per siglare lettere e documenti, premendolo sulla cera calda.

Se in questi casi l’anello aveva più una valenza personale (erano frequenti le iscrizioni al suo interno) è dal Medioevo che assume il valore di appartenenza a una casata, a evidenziare la propria affermazione in ambito sociale. I Cavalieri ne indossavano uno deve c’era impresso lo stemma della loro casata e l’anello era un tutt’uno col suo proprietario, una sorta di carta d’identità e veniva quasi sempre distrutto, con la morte del suo padrone.

I commenti sono chiusi.

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: